Valigie

Uno degli aspetti più dolenti di una vacanza è fare la valigia: tutti amano andare in vacanza, ma odiano preparare le valigie. Se si viaggia in aereo c’è anche il problema di dover rispettare un determinato peso (che di solito si attesta sui 15-20 chili per la maggior parte delle compagnie aeree), altrimenti è previsto il pagamento di ogni chilo in eccesso. Lo stesso dicasi anche per le dimensioni, che solitamente non devono superare i 158 cm sommando altezza, larghezza e profondità: per dimensioni maggiori sono previsti costi aggiuntivi.

Il problema però non è solo fare la valigia, ma anche quale valigia scegliere. E’ infatti possibile annoverare infinite tipologie di valigie: morbide, rigide e semirigide, grandi, medie e piccole, di diversi materiali (plastica, tela, carbonio), di colori diversi e fantasie particolari.

La scelta della tipologia di valigia dipende da quale viaggio si ha intenzione di fare: se si tratta di un viaggio lungo o di un week-end, oppure se si tratta di un viaggio in aereo oppure in treno o automobile. Inoltre dipende dallo scopo del viaggio: se si tratta di un viaggio di relax, d’affari oppure di un vacanza all’insegna dell’avventura.

Di solito se si viaggia in aereo, indipendentemente per viaggio di piacere o di lavoro, è indicata una valigia rigida. Ampia, voluminosa, impermeabile, quasi indistruttibile, la valigia rigida è la regina dei nastri trasportatori degli aeroporti. Se pertanto state cercando qualcosa di robusto, per un lungo viaggio nella stiva di un aereo, ecco la valigia che fa per voi. Infatti, è bene ricordarsi che gli addetti alle valigie in aeroporto non maneggiano con molta cura le valigie (spesso vengono lanciate!) e quelle rigide permettono di attutire i colpi, evitando che si rompa qualcosa all’interno. La dimensione della valigia dipenderà invece dal tempo che si dedide di trascorrere in viaggio. La valigia rigida è quindi indicata per le famiglie, per lunghi soggiorni senza troppi spostamenti e come “custodia” per i vostri souvenir.

Le valigie semirigide e morbide sono invece perfette per viaggi in treno e in auto, quando lo spazio è limitato e quindi necessitano di doversi adattare al meglio. Vengono tuttavia utilizzate abbastanza spesso anche in aereo, ma consiglio di farle avvolgere dal cellophane direttamente in aeroporto oppure porre una cintura supplementare esterna che le tenga salde, oltre che un lucchetto di chiusura, per evitare che si aprano durante il volo e gli spostamenti stiva – carrello – rullo trasportatore (possibilità remota, ma tuttavia possibile).

Valigie

Sempre più diffusi, perché comodissimi e alla moda, i trolley sono invece consigliati per chi viaggia per affari o per chi parte per un week-end, magari in una capitale europea. Dotati di rotelle, vi permettono di spostarvi comodamente per gli aeroporti e per le città, quasi liberi dal peso del bagaglio. Se pensate di portare il vostro trolley come bagaglio a mano, occorre però fare attenzione alla dimensione e al peso per non eccedere ai limiti della compagnia aerea.

Se invece viaggiate con poco bagaglio, una soluzione facile, elegante e comoda è sicuramente la sacca da viaggio. Passate un po’ di moda, stanno recentemente tornando in voga e diventando trendy. Assolutamente consigliate per chi sceglie viaggi all’avventura.

Quale valigia comprare quindi? Il primo consiglio è quello di comprarsi un set di valigie misto: una valigia rigida grande (di solito le valigie grandi presentano queste dimensioni 75x60x25) perfetta per i viaggi lunghi in aereo, una valigia media morbida e una piccola morbida perfette per i viaggi in treno e in auto. Se volete risparmiare cercate di rimandare il momento dell’acquisto ai mesi dei saldi (in gennaio o in estate a luglio ed agosto) e ricordatevi che non sempre il prezzo alto corrisponde ad una maggiore qualità del prodotto, anzi a volte è il contrario. In questo modo riuscirete a risparmiare il 20-30% del prezzo da catalogo e se siete fortunati anche di più. Altra via per risparmiare è comprare online direttamente dall’azienda produttrice delle valigie, oppure dai negozi online di accessori di viaggio.

Se siete indecisi sul colore e sulla fantasia, il consiglio è quello di scegliere un colore scuro capace di nascondere graffi e tracce di sporco. Le valigie dai colori pastello sono belle, ma lasciano il tempo di un viaggio per perdere la brillantezza. Quindi meglio scegliere una valigia blu, nero, grigio o rosso scuro tinta unita, le fantasie e le scritte con il tempo stancano.

Altri consigli da seguire nell’acquisto della valigia sono relativi alle caratteristiche della valigia stessa. Ad esempio è preferibile un trolley a due ruote rispetto ad uno a quattro: le quattro ruote consentono di spingere la valigia senza trainarla (possibile però solo sulle superfici piane, come negli aeroporti, ma non in città), tuttavia risultano spesso più confortevoli i modelli a due ruote perché più stabili nel trasporto.
Durante l’acquisto, consiglio poi di provare a premere con le mani per verificate la resistenza del rivestimento esterno, di farsi una camminata all’interno del negozio trainando la valigia per saggiarne la stabilità, di provare tutti i sistemi di chiusura (serrature, cerniere e lucchetti), e di verificare la lunghezza della maniglia estensibile in modo da non creare disagi durante il traino (nè troppo lunga, nè troppo corta).

E per i bambini? Cosa c’è di meglio che una colorata e divertente valigia trunki!

Spero che questi consigli vi siano utili!

Foto credit: Fuzzzzy | wmliu